Le 7 Migliori Batterie per Bici Elettriche: Guida All’Acquisto

Sapevate che la bici elettrica, sinonimo di modernità e rispetto per l’ambiente, è in realtà vecchia di 150 anni? Già nel 1859 il fisico Antonio Pacinotti inventò un vero e proprio motore elettrico (dinamo) per il velocipede, l’antenato della bicicletta. (https://www.greenmoving.it/la-storia-della-bici-elettrica-uninvenzione-150-anni/)

Oggi, la bicicletta elettrica (o e-bike) è sicuramente un modo veloce, divertente e salutare non solo per spostarsi per andare al lavoro o a scuola, ma anche per gite fuori porta con la famiglia o adrenaliniche discese (e salite!) per i boschi.

Proprio perché questo mezzo di trasporto permette di percorrere grandi distanze in poco tempo e con la minima fatica, la batteria è un punto fondamentale di cui tenere conto sia quando si sceglie una bicicletta elettrica, sia quando bisogna sostituire la propria perché ormai datata. Infatti, le batterie per bici elettrica non sono infinite ma hanno una durata che varia dai 2 ai 5 anni, a seconda di moltissimi fattori, dopodiché deve essere correttamente smaltita e sostituita. Continuate a leggere, oltre alla classifica delle migliori batterie per bici elettriche, vi darò anche qualche suggerimento per far durare di più la vostra batteria.

La scelta della batteria deve essere fatta in maniera accurata in quanto questa, oltre ad essere il pezzo più costoso e sofisticato della bicicletta, ne influenzerà non solo le prestazioni e la durata, ma anche l’esperienza di utilizzo nella sua totalità. In parole povere, una bella batteria vi regalerà sicuramente grandi soddisfazioni.

I modelli di batteria per bici elettrica sono davvero tantissimi, per questo ho selezionato i migliori per prestazioni, consumo, potenza, e prezzo.

La compatibilità con il motore

Nella scelta della batteria per bici elettrica, il primissimo aspetto di cui tenere conto non è la batteria…ma il motore! In particolare ci sono tre punti da considerare:

  • Il voltaggio: i Volt della batteria devono essere sempre uguali ai Volt del motore (di solito 24V, 36V o 48V). Controllate sempre che il numero corrisponda.
  • I Watt: ovvero la potenza del motore. I Watt della batteria devono essere uguali o superiori a quelli del motore. Se sono inferiori, si possono danneggiare sia la batteria che il motore.
  • Gli Ampere: questo valore determinerà la durata della carica della batteria. Più alti gli Ampere, più lunga la durata della batteria ed i km che potrete percorrere con una ricarica. Non fatevi prendere dall’ansia di avere la batteria con gli Ampere più alti possibile per avere più durata, ricordatevi dei primi due punti e della compatibilità con il motore, altrimenti la batteria vi lascerà a piedi, nonostante gli Ampere.

I 3 formati delle batterie

Esistono tre modelli di batterie per bici elettriche, a seconda di dove possono essere posizionate sulla bicicletta.

  • A pacchetto: la batteria si trova all’interno di una sacca che viene agganciata sotto la canna oppure sotto o dietro la sella. E’ molto versatile infatti si può sganciare e spostare in altri punti o su altre biciclette.
  • Sul portapacchi: questo tipo di batteria viene posizionato sul portapacchi posteriore della bici. Essendo un posto ampio e che non compromette la stabilità della bici, questo tipo di batteria può essere più grande.
  • A borraccia: si applica al telaio utilizzando i fori porta-borraccia che spesso si trovano già sulle biciclette, il nome deriva anche dalla sua forma allungata che ricorda una borraccia.

Tutti e tre sono prodotti equivalenti, la scelta dipende dalla vostra bicicletta e dallo spazio effettivo che la batteria occuperà una volta installata.

Questa tabella riassuntiva può essere un utile promemoria sui vari passaggi da seguire per scegliere la vostra batteria per bici elettrica:

1- Scegliete il formato che preferite, a seconda della conformazione della bicicletta (se c’è spazio sul telaio, se avete il portapacchi posteriore, ecc.)

2- Selezionate il voltaggio compatibile con il vostro motore. Batteria a 48V per motore a 48V.

3- Selezionate la potenza compatibile con il vostro motore. Batteria da 500Wh (o superiore) per motore da 500Wh.

Trucchetto: se non sapete i Watt, basta moltiplicare i Volt per gli Ampere. Ad esempio 24V x 15Ah = 360Wh

4- Tenete conto degli Ampere in base alle distanze che dovrete percorrere.

 

Al litio o al piombo

In realtà i tipi di batteria sarebbero tre (Ioni di Litio, Piombo e Nichel-metallo idruro) ma queste ultime sono rarissimamente usate. Parliamo quindi di quelle più comuni:

  • Al Piombo: è una tecnologia più vecchia però ancora utilizzata dai produttori di bici elettriche. Non posso propriamente consigliarvi le batterie al piombo, dal momento che il rapporto peso/autonomia è sfavorevole (in pratica il loro peso notevole non è proporzionato alla durata) e inoltre hanno tempi di ricarica molto lunghi (8 e più ore).
  • Agli ioni di Litio: questa è sicuramente la tecnologia migliore e se state leggendo perché volete una batteria nuova non c’è dubbio che il mio consiglio sia di acquistarne una al Litio. Sono più piccole e leggere di quelle al Piombo, non hanno l’effetto memoria (per cui non è necessario scaricarle completamente per ricaricarle), a parità di peso hanno una maggiore autonomia e si ricaricano più velocemente. Il prezzo è leggermente più alto ma l’investimento vale sicuramente la spesa.

 

Cicli di durata

Ogni produttore indica un numero indicativo dei cicli di ricarica che la batteria può sopportare, in genere si aggira sui 1000, arrivando anche a 1500/1800. Questi numeri sono però approssimativi: uno dei vantaggi delle batterie al Litio è che non serve (anzi è meglio non farlo) scaricarle completamente, ma si possono ricaricare in qualsiasi momento, anche se avete consumato solo metà (o un quarto, o un terzo, o quello che volete) della batteria. Questo non significherà che avete sprecato uno dei cicli di ricarica, ma al contrario: se vengono indicati 1000 cicli (completi) ma voi la caricate sempre quando ha ancora della carica rimasta, sarete in grado di ricaricare la batteria molto più di 1000 volte prima che smetta di funzionare. E’ consigliabile caricare la batteria più spesso e non arrivare a scaricarla completamente. Un altro suggerimento che vi posso dare è quello di lasciare caricare la batteria ancora per qualche minuto dopo che ha segnato la carica completa al 100%: molte batterie segnano infatti 100 ma si trovano in realtà al 95%.

Autonomia della batteria

Prima la cattiva notizia: calcolare esattamente quanti km la batteria ci permetterà di fare è impossibile in quanto le variabili sono infinite (capacità della batteria, velocità scelta, peso del ciclista, potenza del motore, pendenza delle salite, terreno, vento, pressione delle camere d’aria, ecc.) La buona notizia: possiamo fare però una stima. Prendendo in considerazione una bicicletta elettrica di livello medio, con batterie al litio da 300 Wh, questa potrà assistere la vostra pedalata da circa 35 a 75 km (dove 35 si riferisce ad un percorso con molte salite, mentre 75 ad un percorso in perfette condizioni ottimali). Di media, quindi, la batteria durerà per circa 55 km.

Se aumentiamo i Watt da 300 a 400, l’aumento dei km sarà di circa 20, assicurandoci così assistenza per 55/95 km di pedalata a seconda delle condizioni.

Se fate spesso un percorso abituale potreste fare dei test per vedere effettivamente se dovrete caricare la bici ogni giorno oppure se potete andare avanti più giorni con la stessa carica.

Purtroppo, l’autonomia della batteria inizierà a diminuire con il tempo ed in modo graduale, solitamente intorno ai 500 cicli di carica (circa 2/3 anni di uso).

Alcuni suggerimenti per aumentare l’autonomia della batteria:

  • Usa la velocità massima di assistenza solo in salita.
  • Evita di portare carichi pesanti, non solo perché può essere pericoloso ma perché ogni kg in più fa consumare più energia.
  • Sull’asfalto la batteria consuma meno energia.
  • Controlla la pressione delle gomme, se sono sgonfie l’attrito sarà maggiore e la batteria consumerà di più.

 

Manutenzione e cura – suggerimenti per far durare più a lungo la vita della batteria

Esistono alcuni trucchi per far durare più a lungo la batteria (in termini di anni), delle piccole accortezze per la sua manutenzione e per mantenerla in salute.

  • Freddo: probabilmente lo sai già per via del tuo smartphone, ma una batteria al litio soffre il freddo. Cerca di tenere la bici (o la batteria) al coperto durante l’inverno, o comunque in un luogo con temperatura tra 0 e 20 gradi.
  • Caldo: non lasciare la batteria a lungo sotto il sole.
  • Rodaggio: per le prime 3/4 volte scarica la batteria completamente.
  • Non scaricare la batteria completamente: questo dopo le prime volte di rodaggio.
  • Una volta al mese: se non utilizzi la bicicletta, ricarica comunque la batteria per mantenerla in salute.
  • Usa il caricatore originale.
  • Mantieni pulita la batteria.

E se esaurisco la batteria?

Se ti sei dimenticato di caricare la tua batteria e devi tornare a casa dal lavoro, l’unico svantaggio sarà che dovrai pedalare solo con le tue gambe, quindi senza la spinta del motore. Se questo inconveniente però ti spaventa e non ci sono centraline di ricarica nella zona, potresti dotarti di una batteria aggiuntiva da tenere in ufficio o da portare con te (magari un modello più leggero). Una batteria aggiuntiva potrebbe esserti utile anche nel caso tu debba fare un’uscita in bicicletta abbastanza lunga e non voglia rischiare di trovarti a pedalare solo “a muscoli”.

Se invece la tua batteria si è esaurita per sempre, ricordati che è un rifiuto speciale e quindi va smaltita. Per le modalità, chiedi al centro di raccolta del tuo Comune oppure contatta il tuo rivenditore: nel caso di alcuni produttori (ad esempio Bosch) saranno loro a smaltirla per te nel modo adeguato.

Finita questa lunga introduzione, veniamo ora al motivo per cui tutti siete qui: la classifica delle migliori batterie per bici elettriche.

Anfel – KIT 3X BATTERIA AL PIOMBO CICLICA 12V 12AH RICARICABILE PER BICI ELETTRICHE

La migliore al Piombo.

Anche se le batterie al Piombo sono un po’ più datate e meno performanti di quelle al Litio, il loro prezzo è comunque molto più contenuto, quindi adatto per chi non ha grosse esigenze oppure necessita di una batteria esclusivamente di riserva. Per questo ho ritenuto doveroso inserirne almeno un modello nella classifica.

Pro:

  • kit con ben 3 batterie.
  • assicurano circa 25 km di autonomia.
  • vanno bene per i motori a 36 Volt (12+12+12 quindi tutte e tre montate insieme).
  • costruzione ermetica, possono essere utilizzate in tutte le posizioni.
  • non solo per biciclette, possono essere usate anche per monopattini, attrezzi elettrici, moto giocattolo, ecc.

Contro:

  • peso non indifferente, di 3,65 kg ciascuna

A chi le consiglio: consiglio queste batterie a chi ha necessità di una batteria di riserva come garanzia di non rimanere mai a piedi, nemmeno quando la batteria principale si esaurisce. Non sono estremamente performanti come quelle al Litio, ma comunque sicure e ad un prezzo irrisorio.

Vinteky – 24V 10AH/15AH/20AH Batteria per Bicicletta elettrica agli ioni di Litio per Bici con Custodia

La migliore di fascia economica.

Pro:

  • 24 Volt
  • Disponibile da 15 o 20 Ampere.
  • Piastra protettiva di sicurezza con allarme che suona se la batteria si trova in circostanze errate.
  • Ricarica completa in sole 5 ore.
  • Include anche il caricatore.

Contro:

  • Peso di poco inferiore ai 4 kg.

A chi la consiglio: batteria dal prezzo contenuto ma con caratteristiche molto buone. Consigliata sia come batteria di riserva che in sostituzione della principale che si è esaurita.

Green Cell GC® Batteria per Bicicletta Elettrica 36V 8.8Ah Silverfish

La migliore come batteria aggiuntiva.

Pro:

  • 36 Volt
  • 8.8 Ampere
  • Caricatore in dotazione
  • Peso di poco inferiore ai 3 kg.

Contro:

  • il produttore assicura 500 cicli completi di ricarica che possono risultare un po’ meno rispetto alla media. Ricordatevi però che con alcuni accorgimenti in realtà le volte che potrete ricaricare la batteria risulteranno maggiori.

A chi la consiglio: batteria piccola ma funzionale, adatta a chi vuole una batteria aggiuntiva per non rimanere mai a piedi (o meglio “a gambe”). Grazie al peso contenuto risulta pratica da portare con sé durante le gite più lunghe.

X-go Batteria Ebike 36V 10Ah Batteria al Litio Li-Ion

La migliore di fascia media.

Pro:

  • 36 Volt
  • 10 Ampere
  • 100 Cicli di ricarica
  • Ricarica in sole 3-5 ore
  • 3,5 kg di peso
  • Dispositivo antifurto

Contro:

  • caricatore non incluso ma il venditore lo può spedire su richiesta via e-mail, così sarete sicuri di avere quello originale

A chi la consiglio: batteria consigliata a chi deve sostituire la batteria principale della propria bici elettrica e vuole fare un acquisto con buone caratteristiche ad un ottimo prezzo. I clienti riportano anche un ottimo servizio di supporto post-vendita.

Green Cell GC® Batteria per Bicicletta Elettrica 36V 15Ah Down Tube

La migliore per rapporto qualità/prezzo.

Pro:

  • 36 Volt
  • 15 Ampere
  • Caricatore incluso
  • Il produttore riporta fino a 130 km in modalità Eco (65 km in modalità power)
  • Peso di 3.3 kg

Contro:

  • mancanza di interruttore on/off

A chi la consiglio: batteria consigliata a chi usa spesso la bici elettrica e ha quindi bisogno di uno strumento affidabile e duraturo. Peso comunque contenuto quindi adatta anche al doppio utilizzo di batteria di riserva.

EVERPRO Bici Elettrica Pedelec 36V 14.5Ah 537Wh Hailong Batteria agli ioni di litio

La migliore per sicurezza e affidabilità.

Pro:

  • 36 Volt
  • 14.5 Ampere
  • Sistema Smart BMS per protezione da sovraccarico, sovracorrente e cortocircuito.
  • Peso di 3,5 kg.
  • Tempo di ricarica completa di sole 5 ore.
  • Caricabatterie incluso.
  • Celle Samsung, ottime per prestazioni e durata

Contro:

  • prestate attenzione a dove sono posizionate le viti per attaccarla al telaio in quanto alcuni clienti hanno riportato che la batteria risultava troppo lunga.

A chi la consiglio: batteria per bici elettrica consigliata a chi cerca prestazioni da top di gamma ad un ottimo prezzo, di sicuro questo prodotto si rivelerà un ottimo investimento.

UPP – Batteria bici elettrica 20 Ah – 48V / 52V batterie agli ioni di litio

La top di gamma.

Pro:

  • Disponibile da 48 o 52 Volt
  • 20 Ampere
  • Porta USB per caricare il telefono.
  • Più di 1000 cicli garantiti (fino a 5 anni).
  • Tempo di ricarica di 9 ore.
  • Caricatore incluso
  • Protezione BMS per protezione da sovraccarico, sovracorrente e cortocircuito, alta temperatura.

Contro:

  • forma a triangolo con fasce per agganciarla al telaio, quindi non può essere posizionata da altre parti, però risulta molto facile da installare se la si vuole spostare da una bici ad un’altra.
  • Peso di circa 6 kg

A chi la consiglio: batteria per bici elettrica top di gamma dalle prestazioni eccellenti. Il peso, le dimensioni e il tempo di ricarica maggiori sono giustificate dalla potenza e lunghissima durata della batteria. Consigliata a chi ha una bici con motore potente (quasi dei motorini elettrici!), ricordatevi sempre di verificare la compatibilità.

Quale comprare?

Concludendo, i modelli offerti dal mercato sono numerosissimi, soprattutto dal momento che le bici elettriche stanno prendendo sempre più piede sia come mezzi di trasporto che come mezzi di svago.

La batteria Anfel al piombo è sicuramente un’ottima scelta per chi è indirizzato verso questo tipo di prodotto, garantendo qualità ad un prezzo contenuto.

La batteria X-Go è invece la migliore per la fascia media, garantendo comunque ottime caratteristiche ad un prezzo allettante.

Se invece volete fare un vero investimento e il motore della vostra bici ve lo permette, la batteria UPP assicura prestazioni eccellenti in ogni campo, dalla durata alla potenza.

Sperando che questa guida vi abbia aiutato nella scelta, vi lascio con alcuni semplici consigli, pratici ma efficaci per schiarirvi le idee:

  • non finirò mai di ripeterlo, la compatibilità con il motore. Nella scelta delle batterie per bici elettriche, non lasciatevi entusiasmare dalla durata infinita di determinati modelli, comprando ad occhi chiusi: se non sono compatibili ve ne farete ben poco.
  • Destinazione d’uso: pensate anche all’utilizzo della vostra bici elettrica. Usate la bici per andare al lavoro o fare commissioni in città, percorrendo quindi pochi chilometri, o per lunghe gite in montagna dove trovarvi a metà salita senza batteria potrebbe essere un problema?
  • Modello: qual è la conformazione della vostra bici? Dove va posizionata la batteria?

Potrebbe Interessarti:

 

Latest posts by alordincans (see all)