Migliori MTB elettriche: Guida All’Acquisto

Le MTB elettriche sono la nuova frontiera di un’attività sportiva tanto amata dagli italiani ed hanno un grande mercato.

Viste all’inizio con sospetto dai puristi, oggi sono uno strumento che permette a tutti di provare questa disciplina che permette di scoprire paesaggi mai visti. In questo articolo vediamo insieme quali sono le migliori mountain bike elettriche, la guida su come e cosa scegliere grazie anche alle nostre recensioni per fare un acquisto intelligente.

La classificazione di questi mezzi di trasporto.

Spiegare cosa sono le emtb a volte non è semplice, ma la bici elettrica di questo tipo c’è una differenza importante. Nel caso della MTB a pedalata assistita si parla di una bicicletta elettrica che ha al suo interno un motore elettrico che aiuta il ciclista nello sforzo. Nelle e bike non si attiva se non pedali.

La differenza in questione è che c’è un motore che può aiutarti e sarai tu a decidere quanto vuoi essere aiutato. Qui si parla di bici dove tu devi prima pedalare e poi il motore elettrico ti aiuterà di conseguenza. La bicicletta elettrica da mountain bike funziona così. E poi come è ovvio servirà una presa di corrente per ricaricare la batteria.

Le e-mtb: la nuova frontiera di questo sport.

La possibilità di fare percorsi impervi a persone meno allenate con le ebike è una cosa che in generale apprezzo molto e per me la pedalata assistita delle emtb non è un tabù. Basta che non si esaurisca la batteria. L’attività sportiva della mountain bike (quella vera) deve essere aperta al maggior numero di persone possibile. Quindi semaforo verde per la MTB elettrica.

Scegliere le mountain bike elettriche per un motivo preciso

Nel momento in cui decidi di spendere una cifra importante (perché quelle da 100 euro non sono mountain bike) per le bici emtb è perché tu vuoi fare mountain bike. Se tu vuoi comprare la MTB per usarla in città puoi sicuramente farlo, ma le controindicazioni sono molte.

  1. Queste MTB hanno gomme più larghe e con grossi tasselli e quindi si fa comunque molta più fatica a pedalare.
  2. Sull’asfalto bagnato le gomme delle MTB fanno meno presa e quindi il rischio di cadere è molto più alto rispetto ad una normale bici da città.
  3. La soluzione a questo tipo di problema è montare su una MTB le gomme simili a quelle di una city bike. Soluzione quantomeno contraddittoria.
  4. Quanto piove è necessario montare dei parafanghi.

La mtb elettrica è fatta per godersi il piacere di pedalare in bicicletta su percorsi inesplorati, magari le prime volte in compagnia di una persona esperta per non finire troppo presto la batteria. Se invece sei già esperto e vuoi un piccolo aiuto per percorrere i sentieri più difficili la MTB elettrica è lì che ti aspetta. Si tratta solo di uno stimolo ed un’opportunità in più.

Cosa è importante nella scelta di una mtb elettrica.

Partiamo dall’assunto che tu voglia prendere una vera MTB elettrica. Quali sono le caratteristiche fondamentali che le migliori emtb devono avere per fare un acquisto corretto? Senza andare in particolari degni di un vero super esperto ecco alcuni dettagli distintivi di questo tipo di biciclette.

Il telaio di una MTB elettrica

Questo tipo di bici sono specifiche per l’uso su percorsi sterrati ed accidentati, quindi la robustezza e la resistenza agli urti sono caratteristiche fondamentali. A questo va aggiunto il fatto che le bici elettriche hanno anche una batteria ed un motore che hanno il loro peso. Deve quindi sopportare in qualche modo sollecitazioni maggiori rispetto alle montain bike tradizionali, soprattutto in discesa. Il telaio di queste bici può essere in acciaio, in alluminio o in carbonio.

L’acciaio è sicuramente il materiale più economico, garantisce una durata quasi infinita, ma ha il difetto di essere abbastanza pesante, considerando anche il peso della batteria. Il telaio in alluminio ha il pregio di essere più leggero e rigido, ma in caso di qualche danno potrebbe non essere così semplice ripararlo. Il carbonio è sicuramente il più rigido, il più leggero, il più caro e in caso di danni non è riparabile.

Quello che mi sento di consigliare è il telaio in alluminio perché è il miglior compromesso, facendo lavorare la forcella al meglio, mentre l’acciaio è un po’ troppo pesante, facendo soffrire troppo le ruote. Se hai un budget importante puoi optare per quello in carbonio, ma occhio ai problemi legati alle cadute.

Il motore ed i suoi sensori: la differenza dalle normali e bike.

Nelle mtb elettriche come nelle e bike da città il motore non è molto differente, anche perché il legislatore ha messo dei paletti molto precisi su questo argomento. La potenza applicabile non può superare i 250 watt e sopra i 25 km/h di velocità massima il motore si disattiva. La differenza sostanziale consiste nei sensori di attivazione e di erogazione del motore.

Nella bicicletta elettrica da città sono normalmente montati dei sensori di movimento che verificano che vengano girati i pedali. Quando viene rilevato mezzo giro di pedale il motore si attiva. C’è poi la possibilità di regolare la potenza applicata, ma in definitiva si può anche decidere di far girare i pedali senza fare fatica, lasciando tutto il lavoro ai motori elettrici collegati alle batterie. Come già detto quanto a prestazioni non si supereranno mai i 25 km/h.

Nelle Mtb elettriche sono invece montati dei sensori di coppia, che misurano quanta forza tu applichi alla pedalata. In questo tipo di bicicletta elettrica è possibile regolare l’intensità d’intervento del motore elettrico che parte da un minimo del 50%. Cosa vuol dire? Che se la mia pedalata ha una forza di 100 watt, il motore elettrico ne aggiunge altri 50. Ci sono poi vari livelli di intervento della pedalata assistita. Si capisce quindi quanto con queste bici sia importante che il ciclista metta forza sui pedali. Perché se non si mette forza, la bici non si muove.

Il vantaggio di questa soluzione però è che se si ha la forza necessaria nelle gambe si possono raggiungere livelli di potenza applicabile davvero elevati anche nelle salite più ripide, dove comunque la velocità è molto bassa. Quello che serve per chi va in mountain bike.

La batteria integrata, quando serve tanta autonomia.

Nella bicicletta elettrica la batteria ricopre un ruolo importante. La batteria deve avere autonomia tale da fornire energia alle ruote per lunghi periodi. La bici elettrica ha la sua ragione d’essere per questo motivo e le batterie devono essere all’altezza. La batteria integrata poi non deve influire troppo sul peso delle bici elettrica e consentire prestazioni elevate. Quindi è importante che la bici abbia batterie adeguate ed autonomia congrua. Perché la bici è pesante e la batteria pure. Se si scarica la batteria sono le tue gambe a dover faticare. Per portare tu, la bicicletta e la batteria.

Le migliori mountain bike elettriche in 4 categorie.

Ho esaminato tanti prodotti ed ho selezionato le migliori MTB elettriche, 4 modelli per 4 categorie diverse con le relative recensioni, senza fare una vera classifica. L’unica vera discriminante è stata la presenza dei sensori di potenza applicata ai pedali per un’efficiente pedalata assistita, senza quella è difficile parlare di mountain bike elettrica. Le categorie sono:

  • La più economica
  • La migliore sotto i 3000 euro
  • La migliore per rapporto qualità prezzo
  • La migliore top level

Buona lettura.

La più economica: Decathlon E-ST 500 V2

Scendere a questo livello di prezzo per una mountain bike elettrica di base è davvero difficile e qui possiamo dire che il risultato è comunque soddisfacente. Va ricordato che, come dice la sigla V2 si tratta della seconda versione di questo modello che purtroppo non era risultato all’altezza, questo nuovo modello ha cercato di ovviare ad alcuni difetti, cercando di migliorare la qualità, rimanendo sempre in testa nella classifica dei modelli delle MTB di fascia economica.

Caratteristiche

Il telaio come disegno è molto minimal e non da la sensazione di un prodotto particolarmente professionale, ma è comunque interamente in alluminio. La guida sui terreni accidentati è accettabile, il che vuol dire che comunque per una persona alle prime armi con questa bici elettrica se la cava in modo ragionevole.

Per quanto riguarda il cambio è stato scelto un prodotto entry level come lo Shimano Altus ad otto rapporti posteriori, mentre per quanto riguarda i freni si è optato per i freni a disco meccanici di base in alternativa a quelli idraulici ed una forcella anteriore entry level che getisce la velocità in discesa in modo accettabile offrendo una buona sicurezza.

E veniamo alla parte più importante del prodotto, il motore elettrico che è posizionato sulla ruota posteriore, la velocità massima fornita è di 25 km/h per una pedalata assistita di buon livello. La potenza fornita alle ruote non è elevatissima (42nm), ma per un principiante che sceglie percorsi non impegnativi bastano. Non potevano mancare i sensori di coppia, come deve avere una vera mountain bike elettrica. Il sistema di controllo prevede tre livelli di assistenza alla pedalata.

La batteria di 420watt/h garantisce una autonomia più che sufficiente per uscite non troppo lunghe, adatte ad un principiante.

Verdetto

In definitiva una bici elettrica entry level particolarmente adatto per chi è alle prime armi, con un mezzo di sufficiente qualità e la batteria nella norma. Bisogna fare qualche rinuncia, ma è impossibile trovare un prodotto con questa dotazione, con questa qualità ad un prezzo così basso.

Migliore MTB elettrica sotto i 2000 euro: Lankeleisi RS600 700C

Saliamo di prezzo, ma non ancora a cifre che devono essere riservate ai veri appassionati ed agli esperti. Lakeleisi è un marchio cinese che negli ulti anni si è affacciato nel mondo delle Mountian Bike con motore elettrico e questo modello RS600 700C rappresenta un buon compromesso tra qualità e prezzo conveniente.

Caratteristiche

Parliamo oggi del modello che possiamo considerare entry level per i fanatici della specialità, ma che ha dimostrato nella prova di avere tanto da dire.

Il telaio in alluminio offre un buona rigidezza, e la posizione di guida è abbastanza spostata all’indietro, i bikers alle prime armi troveranno la cosa piacevole, mentre i bikers più smaliziati storceranno un po’ il naso.

Il motore è offre una potenza alle ruote di 50nm, accettabile per una MTB elettrica di questo prezzo, con tre diversi livelli di assistenza e che fa sentire il suo apporto alla pedalata nelle salite più lunghe ed impegnative, lavorando con buona gradualità. Il cambio è a 21 velocità. La batteria da 300watt/h consente a livello di autonomia escursioni in effetti limitate.

Verdetto

La Lakeleisi RS600 700C è una Mountain Bike elettrica di buona qualità che ad un prezzo contenuto permette di godere di un’esperienza sullo sterrato interesante e con una batteria non al top. Comunque senza dubbio un ebike da considerare tra i modelli con prezzi entry level.

Wilier Triestina e803trb Sport: la migliore qualità prezzo.

In questa categoria vogliamo premiare un marchio italiano che da sempre si distingue per i suoi prodotti di alta qualità ad un prezzo ragionevole. Ovviamente quando si parla di mountain bike elettriche il prezzo non può essere troppo economico. Il brand di cui parliamo è Wilier Triestina ed il modello è l’e803trb Sport. Questo modello è uscito per la prima volta nel 2017 riscuotendo subito un successo tra gli appassionati. Negli anni questo modello si è costantemente evoluto fino all’odierna versione Sport.

Caratteristiche

Si tratta di una montain bike davvero di alto livello con un telaio in alluminio nel quale si è optato per la presenza della sospensione posteriore. Il telaio e la sospensione posteriore fanno al meglio il suo lavoro e si pedala in salita anche sui tratti più insidiosi in modo molto agevole come anche il lavoro della forcella anteriore in discesa e dei freni a disco, per contenerein sicurezza le velocità più sostenute.

Per quanto riguarda la tipologia di motore e di cambio Wilier Triestina si è affidata sin dal 2017 a Shimano e si presenta oggi con il nuovo motore Steps 8000 ed il cambio Shimano XT Deore. Questo permette un’ideale integrazione tra motore elettrico e cambio ottenendo una qualità della pedalata assistita davvero notevole e grandi prestazioni. Lo Shimano steps è un motore elettrico che è in grado di erogare fino a 70nm alle ruote con velocità massima erogata di 25 km/h che permette di affrontare a cuor leggero ogni ostacolo con una pedalata assistita di primo livello e la batteria integrata con ottima autonomia permette lunghe pedalate ed ottime prestazioni.

Verdetto

In definitiva una Mountain bike elettrica di primo livello, senza dover spendere cifre ben superiori per i modelli top. Sicuramente parliamo già di un modello per esperto della disciplina, ma se un neofita vuole partire subito in quarta allora la scelta è quella giusta.

La migliore MTB elettrica top level: BH Bikes AtomX Carbon Lynx 6 Pro-S

Ebbene sì, qui ci si avvicina ai prezzi con cui si acquista una piccola utilitaria, zero compromessi solo massima qualità. Se sei un mountain biker alle prime armi lasciatelo dire con la massima gentilezza: va bene anche se compri altro. Se invece sei un maniaco dello sterrato, delle salite impossibili e delle discese che tolgono il fiato (ed hai un portafoglio adeguato) allora non puoi non dare una chance a questo gioiello.

La AtomX Carbon Lynx 6 Pro-S della spagnola BH Bikes attira davvero l’attenzione. Alcune delle sue caratteristiche di design uniche le amerai o le odierai. Tuttavia, la ragione di questo design polarizzante è l’approccio di BH Bikes all’integrazione della batteria. Lo spieghiamo in seguito.

Caratteristiche

Il telaio della AtomX Carbon Lynx 6 Pro-S è in carbonio si caratterizza da un’estremità posteriore a perno diviso con un tubo del sedile asimmetrico, un piccolo triangolo anteriore che lascia il posto all’ingombrante tubo superiore e obliquo fusi, formando l’aspetto distintivo del tubo sterzo.

Questa struttura è così particolare perché la batteria è completamente nascosta all’interno del telaio attraverso uno sportellino e, va detto con franchezza, la procedura di estrazione della batteria è un po’ complicata.

La posizione in sella è decisamente spostata in avanti (si sente benissimo nelle discese ad alte velocità ) se si pensa di pedalare molto in piano è bene pensare di acquistare un manubrio più alto. La Forcella lavora egregiamente) Il motore Brose Drive S Mag eroga alla ruota ben 90 Nm, la velocità massima applicabile è 25 km/h e la batteria integrata made in BH Bikes eroga 720/wh per un’ottima autonomia e grandi prestazioni.

Forcella anteriore e freni a disco utilizzano i migliori componenti dell’ultima generazione. Sia in salita che in discesa la presenza del carbonio si fa sentire con quel surplus di rigidezza che permette una guida sempre precisa alle alte velocità. La guida risulta quella adatta ad un vero racer, molto spostata in avanti.

Verdetto

Per concludere siamo di fronte ad una MTB elettrica di un livello decisamente superiore e non è difficile giustificare questo livello di prezzo. Stiamo parlando di una vera mountain bike con un motore elettrico altrettanto professionale con una batteria infinita. Il risultato è quello che ci si deve attendere.

Conclusioni

Abbiamo visto come ormai il settore delle mountain bike elettriche abbia un mercato ormai ben definito con un livello di qualità eccelso e c’è grande scelta. Adesso è possibile trovare mezzi di ogni tipologia di prezzo senza rinunciare a troppi dettagli fondamentali. Sta a voi scegliere il mezzo più congeniale a voi ed alle vostre tasche.

Latest posts by alordincans (see all)